L'alopecia è un problema molto sentito, pensate che circa dieci milioni di italiani ne sono affetti, principalmente uomini, ma ultimamente si sta avvertendo anche tra la popolazione femminile, assumendo risvolti psicologici spesso molto complicati.

In genere il diradamento compare intorno ai 20 anni e peggiora con il tempo. Di rimedi per la caduta di capelli ce ne sono tanti, dai farmaci alle lozioni applicate localmente, fino agli integratori assunti per via orale, ma sono poche le soluzioni che hanno un'evidenza scientifica e sopprattutto che siano realmente efficaci. Quando la risposta ai succitati trattamenti è insoddisfacente si può ricorrere alla chirurgia, sempre e solo dopo un consulto medico. Una delle domande più frequenti a proposito della terapia chirurgica è: il trapianto di capelli funziona davvero?

Gli integratori per capelli funzionano?

Alcune persone ricorrono al supporto di integratori mirati contenenti sostanze come la biotina, il silicio e lo zinco, che dovrebbero aiutare a bloccare la caduta dei capelli e a renderli più forti e folti.

Gli integratori per capelli andrebbero valutati con attenzione, scegliendo quelli che contengono le sostanze di cui il soggetto è davvero carente, altrimenti si potrebbe avere addirittura l'effetto opposto. Come dice la parola stessa, l'integratore serve a "integrare", quindi è un prodotto utile solo quando c'è una carenza. È bene essere consapevoli che non esiste una cura definitiva, ma un buon integratore può fornire maggior nutrimento al bulbo pilifero, favorendo l'irrobustimento dei capelli. L’uso corretto di integratori in sostanza può rallentare o, nel migliore dei casi, arrestare la perdita di capelli.

Trapianto di capelli: risolve o non risolve l'alopecia?

Il trapianto di capelli, ad oggi, resta la più risolutiva tra le soluzioni contro l’alopecia, l'unica in grado di garantire risultati sicuri e durevoli in caso di calvizie irreversibile. È però importante chiarire che non è una cura all'alopecia: copre le zone colpite da diradamento, rinfoltendole, ma non agisce alla base del problema.

L'autotrapianto è un intervento chirurgico che prevede il prelievo di follicoli dalla nuca e dall'area temporale della testa del paziente e il loro successivo innesto nella zona interessata dalla calvizie. Esistono sostanzialmente due tecniche: la FUT, che trova indicazione quando il diradamento dei capelli interessa zone estese, e la FUE, impiegata per il rinfoltimento di piccole aree, come le stempiature.

La prima è una tecnica molto invasiva che prevede l'uso del bisturi per asportare una porzione di cuoio capelluto dalla quale saranno prelevati i bulbi da trapiantare. La seconda, invece, è una tecnica innovativa poco invasiva che prevede l'estrazione di singole unità follicolari dalla regione occipitale o laterale tramite uno speciale micro-bisturi circolare e il successivo reimpianto nell'area interessata dal diradamento. Non essendo necessarie incisioni e suture, non rimane nessuna cicatrice visibile.

Trapianto di capelli: funziona?

Il trapianto di capelli è un tipo di intervento ormai consolidato che, se ben eseguito, permette di ottenere una chioma dall'effetto naturale con una densità ottimale di capelli. La procedura, se effettuata da personale qualificato, non impoverisce le aree di prelievo e garantisce risultati duraturi nel tempo. I capelli iniziano a ricrescere già dopo 3 mesi.

La tecnica impiegata nelle migliori cliniche in Turchia e nel mondo per effettuare il trapianto di capelli è la tecnica FUE.

 

 

Il risultati della terapia chirurgica possono essere potenziati utilizzando i fattori di crescita. Si tratta di una tecnica autologa che consiste nel prelevare e centrifugare il sangue del paziente per derivarne plasma ricco di piastrine (PRP). Il concentrato piastrinico viene reiniettato sul cuoio capelluto per favorire la crescita dei capelli reimpiantati.

Il trapianto di capelli è definitivo?

I follicoli impiantati sono prelevati da zone in cui i bulbi non sono soggetti all'azione del DHT, l'ormone responsabile dell'alopecia androgenetica. Quindi, una volta che avranno iniziato il loro ciclo naturale di vita, i capelli ricresciuti non cadranno più.

È molto doloroso?

Il trapianto di capelli è indolore in quanto si esegue previa anestesia locale, con sedazione. In tal modo il paziente, oltre a non avvertire la somministrazione dell'anestesia, non percepirà praticamente alcun fastidio durante l'intervento.

I capelli trapiantati si vedono?

I capelli trapiantati attraverso la tecnica FUE, essendo prelevati dal soggetto stesso in zone del capo non soggetto a diradamento, una volta trapiantati avranno lo stesso aspetto dei capelli prima di cadere. L’effetto sarà assolutamente naturale anche grazie alla competenza dello staff del Dott Serkan Aygin.

Perché conviene fare il trapianto di capelli in Turchia?

Grazie alla presenza di centinaia di cliniche altamente specializzate e di medici di ottimo livello, oggi la Turchia è diventata il riferimento mondiale per il trapianto di capelli. Sempre più italiani partono alla volta di Istanbul per sottoporsi alle cure del dottor Serkan Aygin, un'autorità nel settore sul panorama internazionale, che da anni pratica il trapianto con il metodo FUE. Fare il trapianto di capelli nella metropoli del Bosforo conviene: puoi consultare i costi e le condizioni dei pacchetti per il trapianto di capelli in Turchia in questa pagina.

TOP
Contattaci

Letta e compresa l’informativa privacy presente in questo link, ai sensi dell’art. 6 del Regolamento Europeo in materia di Protezione dei Dati n. 679/2016, dichiaro di essere maggiore di 16 anni e presto il consenso all’utilizzo dei miei dati;
Presto il mio consenso all'utilizzo dei miei dati personali forniti in questo modulo a questo sito internet per finalità promozionali, comunicazioni aventi contenuto promozionale, informativo, inviti, sconti dedicati, annunci sulle ultime novità di prodotti e servizi.

Contattaci ora